EPIGRAMMI - Reti di Parole - sito di poesia per ragazzi

Vai ai contenuti principali
 
 
 
Sei in: Home  - Poesie  - Giovani adulti  - Poesie Italiane  - EPIGRAMMI  

EPIGRAMMI

I
Fanciulli voi non avete fatto ogni cosa.
Lavate via il resto tutta questa quaresima.
Lavate via l'anatema: voi avete la maledizione in casa;
(Hanno tanta roba che vi affogano dentro).

II
La carne è un abisso che tira in mille modi.
Così intendi della libidine dello Stato

III
Ancora non resuscita questo Lazaro.
Io vi dico che bisogna rompere questo sepolcro.

IV
Tu andrai a scrivere a Roma che io ho detto che Dio erra.
E però chi impugna le cose di Dio.
Io vi dico che ancora non avete fatto giustizia.

V
Non varrà a nulla il tuo apparecchio. E si cuce la rete.
E saranno presi li savi questa volta.

VI
La legge dice ogni persona
è pubblica o privata. A quella privata
la legge dice "Non uccidere".
a quella pubblica "Uccidi" dice.

VII
Voglio fare da vecchio il pedone-giurato
con il mitra di Stato
sparare alle gomme.
da "Poeti contro la mafia" - Ed. La Luna